logo di FISA - free.it.scienza.astrologia -
il dio Marte

 

 

Era nato il 28 marzo 1932 a Nimes in Francia, Ariete ascendente Leone. Aveva iniziato gli studi di medicina che aveva dovuto interrompere in seguito alla morte del padre. Segui' allora un percorso professionale che, attraverso l'Inghilterra (era diventato esperto di traduzioni Francese-Inglese), lo porto' dalla banca alla metallurgia ed a innumerevoli viaggi ed esperienze professionali.

Ebbe cosi' l'occasione di praticare piu' a fondo quel che era diventata la sua passione di ricercatore: l'astrologia, che egli riteneva potesse accostarsi alla sua primitiva passione non realizzata, la medicina. Si era accostato "per caso" all'astrologia verso la fine degli anni 70, studio' da solo (John Addey, Ebertin e altri autori), segui' dei seminari di Alexander Ruperti. Nel 1982 vi incontro' Annie Edgar-Rosa che divenne sua moglie e che l'ha aiutato e sostenuto attivamente ed ininterrottamente sino alla fine.

La sua passione di ricercatore (Mercurio congiunto a Urano culminante al Medium Coeli) si era concentrata sull'aspetto psicologico dell'astrologia, ma anche sulle armoniche, i mezzi-punti, l'eliocentrismo come pure sul tempo.

 

Tuttavia, la parte piu' interessante delle sue ricerche rimane la relazione Astrologia-Medicina con numerosi casi (lascia una ventina di studi) in collaborazione con un medico. Ricerca, ma anche insegnamento con la sua collaborazione, tra l'altro, in un corso di astrologia per corrispondenza che fu in seguito pubblicato nel 1991 dalle Editions du Rocher in tre volumi:

  1 vol. - Basi fondamentali
  2 vol - Metodo e dizionario di interpretazione
  3 vol - Esercizi pratici

In precedenza, le Editions Traditionnelles di Parigi avevano pubblicato nel 1987 il suo "Fil d'Ariane". Ed il suo ultimo sogno, non realizzato, era di scrivere un libro sulla filosofia dell'astrologia. Innanzitutto, Bernard come uomo era un passionale, un entusiasta. Dotato di un rigore e di un'onesta' rari, andava a fondo delle sue idee con determinazione. Ma aveva pure un suo modo di parlare franco, molto provocatorio, che gli valse qualche scontro con gli astrologi. Paradossalmente aveva il cuore in mano, pronto sempre ad accogliere calorosamente ed aiutare chiunque bussasse alla sua porta. Astrologicamente, nel giorno della sua scomparsa il Sole transitava al grado sul Plutone natale facendo chiarezza sul suo destino. La Luna progressa era transitata pure su Plutone qualche mese prima quando terminava il suo periplo mensile in casa XII, preludio ad una rinascita. Ed il Nodo Nord della Luna si trovava, in transito, allo stesso grado del Sole progresso di Bernard, al 17 dei Gemelli.

Se prendiamo l'asse dei Nodi Lunari come simbolo del destino, il Nodo Nord rappresenta questo punto. L'immagine simbolica di questo grado, il 17 dei Gemelli, mostra "La testa di una giovane robusta mutarsi in quella di un maturo pensatore", per metamorfosi mentale: culmine, conclusione, illuminazione per questo grande pensatore Mercurio-Urano.

 

 

***********************************

da "Linguaggio Astrale n.129 - anno 2002" edito dal CIDA

 




hic manebimus optime - motto di FISA -


fornito da FreeFind